Napoli, Biblioteca nazionale Vittorio Emanuele III, II D 36 1376-1400 (guardie del sec. XVII) · cart., guardie cartacee · cc. 3 + 108 + 2 (cartulazione a matita) · mm 300×210. Filigrana: (es. cc. 7, 17) segno non ben identificato, forse un delfino (es. cc. 40, 55) monti con croce = Mošin-Traljić 6352 (1386). Fascicolazione: 1-10 (10), 11 (8). Segnatura dei fascicoli: fascicoli 11 non numerati. Specchio rigato: mm 205×60/65. Righe: 40. Disposizione del testo: su due colonne. Richiami: posti sull'ultima pagina di ciascun fascicolo. Scrittura e mani: l'intero codice è stato vergato da un unico scriba in inchiostro tendente al nero che ha omesso lo iota muto. Stato di conservazione: carta di scarsa qualità macchiata dall'umidità e consunta dall'uso, specialmente alle cc. 1, 102, 105-108, che si leggono a stento; margini dei fogli interni ed esterni restaurati. Decorazione: 1376-1400 (fascetta a c. 1r e lettere iniziali in rosso e inchiostro; lemmi e annotazioni di mano dello scriba ai margini e a c. 25r spiegazioni latine aggiunte qua e là in interlinea ). Legatura: 1957; coperta in pelle; restauro: restaurato presso la badia di Grottaferrata nell'a. 1957. Storia: sul margine superiore di c. 1r "Etymologicon Graecum"; sul margine superiore di c. 1r "A. 1. n°. 19 Lexicon Greco". Appartenuto alla biblioteca privata di casa Farnese. Possessore: Farnese . Antiche segnature: A. 1. n°. 19. cc. 1r-108r Autore: Johannes: Zonaras (DOC, 2, 1191). Titolo identificato: Lexicon Zonarae, DOC, 2, 1221. Testo inc. Ἄαπτος, ὁ ἀπροσπέλαστος, παρὰ τὸ ἂπτω καὶ ἄαπτος (c. 1r), expl. ὀψωνήσαντες δὲ μικρόν, ὠψίσθη ἐβράδυνεν (c. 108r); un'altra mano ha aggiunto all'expl. a c. 108r "ὤχθησε, ingemuit" (ed. Tittmann, 1808). Osservazioni: cfr. cod. Vat. gr. 1753m cc. 167r-212r (ed. Canart, 1970); cfr. Alpers, 1981, 33-34, che non nomina questo codice. A c. 108v sono aggiunte voci pertinenti per affinità. Bibliografia a stampa: P. Baffi, Catalogus mss. Graecorum Bibliothecae Regiae Neapolitanae, in: J. A. Fabricius, Bibliotheca graeca, 5, Hamburg 1796, 783 n. 138 (attribuisce il cod. al sec. XV). S. Cirillo, Codices graeci mss. regiae Bibliothecae Borbonicae, 2, Neapoli 1832, 79-80 n. 132. L. Pernot, La Collection de Manuscrits grecs de la maison Farnèse, in "Mélanges de l'École Française de Rome", 91 (1979), 457-506, qui 481. M.R. Formentin, Catalogus codicum graecorum Bibliothecae Nationalis Neapolitanae, II, Roma 1995, 41-42. Fonti: I.A.H. Tittmann, I. Zonarae Lexicon, Leipzig 1808. V. Mošin-S. Traljić, Vodeni znakovi XIII-XIV vijeka, Zagreb 1957. P. Canart, Codices Vaticani Greci, 1, Codices 1745-1962, Roma 1970. K. Alpers, Das attizistiche Lexicon des Oros, Berlin 1981. V. Volpi, DOC. Dizionario delle opere classiche, Milano 1994. Recupero da catalogo (Formentin, 1995, 41-42, con integrazioni). Fondo: Manoscritti. Lingue: Greco classico (fino al 1453) (cc. 1r-108r). Soggetto: Lessici. Legami tra manoscritti: II A 10, II A 22, II A 25, II A 30, II A 31, II B 5, II B 12, II C 2, II C 3, II C 12, II D 11, II D 12, II D 45, II E 6, II E 7, II E 13, II E 14, II F 1, II F 2, II F 4, II F 8, II F 18, II F 24, II F 26, II F 27, II F 38, III B 3, III B 8, III B 11, III B 15 bis, III B 25, III D 4, III D 6 (stessa antica segnatura). Codici di contenuto: opera di istruzione, registrazione di dati. Catalogazione: Linda Siben. Data creazione scheda: 20 giugno 2013. Data ultima modifica: 4 gennaio 2015.