Napoli, Biblioteca nazionale Vittorio Emanuele III, II B 4 1001-1100 · membr., guardie cartacee · cc. 3 + 111 + 3 · mm 340×250. Fascicolazione: 1-13 (8), 14 (7). Segnatura dei fascicoli: non numerati. Rigatura: Lake II 4 B = Leroy 20 C 2. Specchio rigato: ciascuna colonna misura mm 245×70, intercolumnio mm 22. Righe: 32. Disposizione del testo: su due colonne. Scrittura e mani: un'unica mano ha vergato l'intero codice in inchiostro castano molto chiaro con spiriti angolosi e ha omesso lo iuta muto; lo scriba ha aggiunto annotazioni e lemmi ai margini. Più mani inesperte del sec. XV e XVI hanno scritto annotazioni qua e là, tra cui a c. 89r: "Ιω. Κλ(ηρι)κός" (?). A c. 13r una mano latina ha scritto: "congaudemus exultemus vocali concordia ad beati Nicolai festiva sollemnia", e la preghiera a c. 29v "Spes mea, D(omi)ne", con note musicali sovrascritte. Stato di conservazione: alcune carte sono consumate dall'uso e macchiate dall'acqua, con grave danno per la scrittura, soprattutto alle cc. 3, 9, 14-16, 44; a c. 111rv poche scritte leggibili. I margini delle cc. 9, 66, 88, 107, 109-110 sono rovinati o del tutto o in parte rifilati. Decorazione: 1001-1100 (fascette che dividono le omelie, lettere iniziali e maggiori sono in inchiostro castano molto chiaro). Legatura: 1601-1700 (legatura farnesiana; sul dorso a lettere dorate "OMELIE IN PIST. D. PAULI"). Storia: sulla sommità di c. 1r si legge "Homiliae in Epistolas D. Pauli" e sotto "πρὸς ρωμαίους έπιστολή"; appartenuto alla biblioteca privata di casa Farnese. Possessore: Farnese . cc. 1r-111v Autore: Johannes: Chrysostomus (santo, patriarca d'Alessandria; DOC, 2, 1120; EI, 17, 232-233). Titolo identificato: In epistulam ad Romanos homiliae, DOC, 2, 1137; CPG 4427; nn. 5-8, 15-31. Testo inc. acefalo ἐσπούδαζεν κατὰ σκευάσαι (c. 1r), expl. mutilo οὐδὲ ὁ διάβολος τιμω(ρηθήσεται) (c. 111v). Osservazioni: l'omelia 7 ha expl. mut. (PG, 60, 443 r. 2); sono quindi caduti numerosi fascicoli; l'omelia 15 a c. 17r ha inc. mut. (PG, 60, 546 r. 40). Bibliografia a stampa: P. Baffi, Catalogus mss. Graecorum Bibliothecae Regiae Neapolitanae, in: J. A. Fabricius, Bibliotheca graeca, 5, Hamburg 1796, 787, n. 196. S. Cirillo, Codices Graeci manuscripti Regiae Bibliothecae Borbonicae, 1, Neapoli 1826, 112-114, n. XXXVIII. G. Pierleoni, Catalogus codicum graecorum Bibliothecae Nationalis Neapolitanae, I, Roma 1962, 134-136, n. 42. L. Pernot, La Collection de Manuscrits grecs de la maison Farnèse, in "Mélanges de l'École Française de Rome", 91 (1979), 457-506, qui 476. R.E. Carter, Codices chrysostomici graeci, V, Paris 1983, 149. E. Mioni, Catalogus codicum graecorum Bibliothecae Nationalis Neapolitanae, I.1, Roma 1992, 102. M.R. Formentin, Uno "scriptorium" a palazzo Farnese?, in "Scripta. An international Journal of Codicology and Palaeography", 1 (2008), 77-102, qui 79. Fonti: Patrologia Graeca, ed. J.-P. Migne, Paris 1857-1886. Enciclopedia italiana di scienze, lettere ed arti, Roma 1929-. K. Lake – S. Lake, Dated Greek Minuscule Manuscripts to the Year 1200, II (Manuscripts in Venice, Oxford, and London), Boston 1934. Clavis Patrum Graecorum qua optimae quaeque scriptorum patrum Graecorum recensiones a primaevis saeculis usque ad octavum commode recluduntur, Turnhout 1974-2003. J. Leroy, Les types de réglure des manuscrits grecs, Paris 1976. V. Volpi, DOC. Dizionario delle opere classiche, Milano 1994. Recupero da catalogo (Mioni, 1992, 102). Fondo: Manoscritti. Lingue: Greco classico (fino al 1453) (cc. 1r-111v). Codici di contenuto: opera religiosa. Catalogazione: Linda Siben. Data creazione scheda: 6 febbraio 2013. Data ultima modifica: 1 novembre 2014.