It. VIII, 18 (=6063)           

Descrizione del manoscritto

Venezia, Biblioteca nazionale Marciana, It. VIII, 18 (=6063)

1460-1480 · cartaceo, membranacea la sola c. 1 · cc. 38 (mancano le ultime tre carte dell'ultimo fascicolo, verosimilmente bianche; cartolazione originale, in rosso) · mm 203147 (c. 2).

Filigrana: formato in 4°; al margine alto, in parte rifilata, compare la filigrana monti base mm 20, distanza filoni mm 33.
Fascicolazione: 1 (1, membranaceo aggiunto all' esterno), 5/5 (11), 5/5 (21), 5/5 (31), 5/5 -3 (38, assenti le ultime 3 cc.).
Rigatura: eseguita a colore, inchiostro, Leroy 00D1.
Righe: 26, prima linea di scrittura sotto la prima riga.
Richiami: visibile solo alla c.11v, messo verticale all'estremo margine interno.
Scrittura e mani: umanistica tonda, con et sciolto; lo stesso copista mette le rubricazioni; glosse marginali forse di altra mano, comunque strettamente coeva, umanistica tonda dall'et tachigrafico.
Stato di conservazione: il dorso, già messo in fase di restauro, è lacerato; c. 1 membranacea è parzialmente rovinata a causa dell'attrito con il contropiatto.

Decorazione: 1460-1480; iniziali: ornate; pagine: 1 ornata (c. 1r), corniciatura a bianchi girari con collarino, su tre lati; nel basso lauro, due putti reggistemma, scudo vuoto, 2 minuti capilettera analoghi; la miniatura è limitata alla carta membranacea iniziale, comprendente una corniciatura su tre lati e due minuti capilettera analoghi a bianchi girari. E' ambientabile per stile in Italia settentrionale orientale. I capilettera minori sono messi semplicemente con maiuscole romane, in blu e rosso, e non sempre sono esatti.

Legatura: 1460-1480.; assi in legno; coperta in pelle; a secco.

Storia: il corpo del codice è unitario (carta iniziale membranacea e quinterni) e la scrittura del testo è dovuta a un'unica mano. Appartenne alla biblioteca zeniana (nr 329), come testimonia anche l'ex libris tipografico di Apostolo Zeno applicato sul contropiatto anteriore; la biblioteca, lasciata dallo Zeno (m. 1750) ai Domenicani dei Gesuati, giunse alla Biblioteca Marciana in gran parte, e in più fasi negli anni '20 dell'Ottocento. Le antiche collocazioni fisiche marciane "S.a MM.IX", "XVI.5", "CIII.2" si leggono sul contropiatto anteriore, le prime due cassate.

Convento di S. Maria del Rosario <Venezia> (anche dei Gesuati alle Zattere; Guida generale Archivi, 4, 1109).
Zeno, Apostolo <1668-1750> (DBI, 100, 649-653 AP, Zeno, Apostolo).

Marciana CIII.2 (Marciana), Marciana S.a MM.IX cassata (Marciana), Marciana XVI.5 cassata (Marciana), Zeno 329 (Zeno, Apostolo).

cc. 1r-38v
Titolo presente: Retorica nova de tulio Romano (c. 1r).
Titolo identificato: Fior di Rettorica, parziale ed. Tocco 1889, 356-363; Speroni 1970: redazione beta del testo, con inflessioni venete.
Argomento inc. In questo libro si tracta della doctrina et delli ammaestramenti (c. 1r), expl. et prima si pone il prohemio (c. 1r).
Proemio inc. Avenga dio chella natura ministrasse (c. 1r), expl. tutte le sciencie li fanne debita reverença (c. 2v).
Testo inc. None alchuno parlatore che di neccessita (c. 4r), expl. de ogni faculta hanoi ignoranti mandati. Telos (c. 38v).
Osservazioni: volgarizzamento anonimo della Rhetorica ad Herennium di Cicerone. Al proemio segue l'indicazione di come siano ripartiti i libri, e si indica l'argomento di quattro libri; ma nel ms, che pur mostra di contenere un testo finito, è presente il solo primo libro (finisce alla c. 23v) seguìto in capitoli accessori da esempi di discorsi, petizioni, etc. Si tratta della redazione del Fior di Rettorica registrata dal Tocco 1889 come presente nel ms Ashburnham 975, e nel Gadd. 65. Lo Speroni 1970, alla pagina 38, elenca il codice fra quelli portanti una redazione seriore del Fiore di Retorica, più vicina al testo ciceroniano che al Fiore.

Bibliografia non a stampa: Biblioteca Nazionale Marciana, ms It. XI, 285 (=7165), M. Forcellini, Indice dei Codici Mss. già posseduti da Apostolo Zeno, qui pp. 394-395.
P. Zorzanello, Catalogo manoscritto dei codici marciani italiani della classe VIII, Biblioteca Nazionale Marciana, Schede manoscritte.

Bibliografia a stampa: A. Gazzani, Frate Guidotto da Bologna studio storico critico con un testo di lingua inedito del secolo XIII, Bologna 1885, qui 30.
G.B. Speroni, Sulla tradizione manoscritta del Fiore di retorica, in "Studi di filologia italiana", 28 (1970), 5-53.

Fonti: F. Tocco, Il Fior di rettorica e le sue principali redazioni secondo i codici fiorentini, "Giornale storico della letteratura italiana", 14 (1889), 337-364.
L. Ferrari, Onomasticon. Repertorio biobibliografico degli scrittori italiani dal 1501 al 1850, Milano 1947.
Dizionario biografico degli italiani, Roma 1960-.
G.B. Speroni, Sulla tradizione manoscritta del Fiore di retorica, in "Studi di filologia italiana", 28 (1970), 5-53.
J. Leroy, Les types de réglure des manuscrits grecs, Paris 1976.
Guida generale degli Archivi di Stato italiani, Roma 1994.
Zeno, Apostolo in: Archivio possessori, Biblioteca nazionale Marciana (26 marzo 2021).

Riproduzioni: microfilm negativo: Marciana; Roma, Centro nazionale per lo studio del manoscritto. 1993.


Fondo: .
Nomi nel titolo: Lingue:
Codici di contenuto: Genere letterario:
Catalogazione: Data creazione scheda: Data ultima modifica:

Collegamenti di fine pagina

accesso veloce



Catalogo



Progetto



Documenti scaricabili



Mappa del sito


I testi e le immagini sono riproducibili esclusivamente per uso personale e a scopo didattico e di ricerca, a condizione che venga citata la fonte.
Non è consentito alcun uso che abbia scopi commerciali o di lucro.

Valid XHTML 1.0 Strict - Valid CSS - Level Triple-A conformance, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0 - Section 508.

visitatori dal 1 marzo 2006.