Vai al menu · Vai al contenuto

Progetto

Progetto

Progetto

Naumachia

Il numero dei manoscritti greci conservati in biblioteche italiane maggiori e minori ammonta approssimativamente a circa 6.500 unità librarie (cui se ne aggiungono circa 4.700 possedute dalla Biblioteca Apostolica Vaticana). Tali cifre sono da considerare puramente indicative, in quanto includono un quantitativo non determinabile di manoscritti di epoca recente o di natura archivistica e, soprattutto, non tengono conto della struttura unitaria o composita dei singoli volumi.
La conoscenza di questo patrimonio indubbiamente ricco, ma (rispetto ad altri àmbiti) numericamente non esorbitante, è a tutt'oggi limitata dalla mancanza di strumenti adeguati, sia per quanto concerne la catalografia (qualitativamente variegata e ferma in molti casi a iniziative dei secoli passati), sia – in particolare – per quanto attiene alla documentazione fotografica e alla bibliografia.
Le riproduzioni dell'ampio ventaglio di scritture greche attestate nei codici greci conservati in Italia sono complessivamente poche, limitate ai manoscritti e alle tipologie grafiche più note, disperse in sedi di pubblicazione di diversa natura ed accessibilità. È evidente, d'altronde, l'interesse di un censimento sistematico della bibliografia specialistica (già disponibile on-line per i codici greci della Biblioteca Ambrosiana di Milano e allo studio in altre sedi), in linea con iniziative analoghe in corso di sviluppo presso prestigiose istituzioni straniere.
Date queste premesse, la realizzazione di un primo censimento sistematico dei manoscritti greci d'Italia, associato ad un album paleografico digitale, si pone come un obiettivo di sicuro rilievo per la ricerca e per la valorizzazione di un patrimonio librario importante e ancora non sufficientemente conosciuto.
L'assenza di strumenti utilizzabili, a fini di ricerca e didattica, per la fruizione del ricco patrimonio manoscritto greco conservato nelle istituzioni pubbliche e private italiane, costituisce un pesante ostacolo alla comprensione profonda di molte delle problematiche poste dalla storia del testo e del libro greco e bizantino. Avvalendosi dei risultati del censimento e della documentazione fotografica raccolta, il progetto si propone l'obiettivo di promuovere la conoscenza e la valorizzazione del patrimonio manoscritto greco conservato sul territorio italiano.

Responsabili scientifici

Paolo Eleuteri (Università Ca' Foscari di Venezia)
Marilena Maniaci (Università degli Studi di Cassino)

Referenti

Patrick Andrist (Burgerbibliothek Bern)
Edoardo Crisci (Università degli Studi di Cassino)
Paola Degni (Università degli Studi di Bologna, sede di Ravenna)
Maria Rosa Formentin (Università degli Studi di Trieste)
Margherita Losacco (Università degli Studi di Padova)
Pasquale Orsini (Università degli Studi di Cassino)
Elisabetta Sciarra (Roma, Biblioteca Angelica)

Collegamenti di fine pagina

Sezioni del sito

Catalogo

Documenti scaricabili

Mappa del sito

I testi e le immagini sono riproducibili esclusivamente per uso personale e a scopo didattico e di ricerca, a condizione che venga citata la fonte.
Non è consentito alcun uso che abbia scopi commerciali o di lucro.

Valid XHTML 1.0 Strict CSS Valido! Level Triple-A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0 Level Triple-A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0 Section 508 Contatore visitatori dal 1 marzo 2006