Utinensis 257           

Manuscript description

Udine, Biblioteca Arcivescovile, Utinensis 257

1476-1500membr., guardie membranacee cc. 2 + 150 + 1 (tagli dorati) mm 282180.

Fascicolazione: 1-15 (10).
Segnatura dei fascicoli: a lettere greche nell'angolo superiore esterno del primo recto di ciascun fascicolo, α´-ιε´; la numerazione era ripetuta anche nell'angolo superiore esterno dell'ultimo verso, ma ora si legge solo a c. 10v.
Rigatura: la rigatura non è incisa a secco ma delineata in inchiostro marrone chiaro.
Specchio rigato: mm 180×116.
Righe: 32.
Scrittura e mani: l'intero codice è stato vergato da Matthaios Lampoudes a Firenze (sottoscrizione c. 150v). Inchiostro nero, talora sbiadito. [Tav. 1]
Stato di conservazione: la pergamena sottile in alcune carte presenta i fori naturali della pelle. Le cc. 1v e 2r sono macchiate dall'umido senza danno per la scrittura.

Legatura: 1951-1975; restauro: eseguito da A. Pandimiglio, Restauro di libri, Roma. I resti degli antichi piatti, ora incollati sulla nuova rilegatura, conservano alcune tracce di doratura e presentano entrambi la stessa decorazione a cornici rettangolari concentriche che racchiudono nello specchio centrale un rombo. La cornice esterna è formata da uno dei ferri individuati da Van Regemorter, 1954, 12 fig. 7 nr. 3. Sono visibili i segni lasciati dalle quattro cinghiette e dalle borchie.

Storia: a c. 150v la sottoscrizione del copista: "Θ(εο)ῦ τὸ δῶρον, Ματθαίου δὲ πόνος· Ματθαῖος τοῦνομα Σεβαστὸς Λαμπούδης ὁ Πελοπονήσιος γέγραφα ἐν τῆ Φλωρεντία". Il manoscritto faceva parte della biblioteca del cardinale veneziano e patriarca di Aquileia Domenico Grimani nel 1498 (cfr. Calori Cesis, 1897, 61; Kibre, 1936, 183); a c. IIr si legge l'ex libris: "Liber D(ominici) Grimani Car(dina)lis S(ancti) Marci". Alla morte di Grimani, come indicato dal suo testamento del 16 agosto 1523 ("…relinquo omnes libros meos latinos in membranis, qui habent istam inscriptionem - hic est liber mei Dominici Grimani - monasterio sancti Antonii de Venetiis, et similiter omnes libros graecos, hebreos, armenos, arabicos et caldeos, sive habeant prefatam inscriptionem sive non, relinquo eidem monasterio, qui omnes libri debeant poni in bibliotheca"; cfr. Dengel, 1913, 36, Freudenberger, 1936, 22 n. 33, Mercati, 1938, 27 n. 1), il manoscritto venne lasciato al Convento di Sant'Antonio di Castello. Dopo l'incendio che devastò quest'ultimo nel 1687, il codice fu acquisito da Antonio Capello, tra quelli che Montfaucon vide nel suo "Museo" il 16 agosto 1698 (cfr. Montfaucon, 1702, 63-64, la lettera che gli inviò Capello nel 1698 [ora nel Par. fr. 20052, c. 90r bis] e quella del 24 settembre 1701 [ora nel Par. fr. 17704, c. 33rv]). Entrò infine nella biblioteca del patriarca di Aquileia Dionisio Dolfin, forse acquistato dagli eredi di Capello dopo la morte di quest'ultimo il 17 gennaio 1711 (cfr. Formentin, 1987, 21-42, ove sono accuratamente descritte le vicende dei codici udinesi e la relativa bibliografia). Sul margine superiore di c. 1r la nota di Montfaucon "Aristotelis de animalibus (corregge "animabus") 250 annorum"; sul margine superiore di c. IIr si legge l'antica numerazione della Biblioteca Patriarcale Udinese "N. IV".

Possessore Capello, Antonio <1626-1711> (Moschini, 2, 93).
Possessore Convento di Sant'Antonio di Castello <Venezia> (Guida generale Archivi, 4, 1102).
Possessore Dolfin, Dionisio <1663-1734> (Hierarchia catholica, 5, 94).
Possessore Grimani, Domenico <1461-1523> (DBI, 59, 599-609).
Copista Matthaios: Lampoudes <sec. 15.> (RGK, 2, 140; 3, 166).
Altra relazione di D.E. Montfaucon, Bernard: de <1655-1741> (ABF I 756, 74-97; II 474, 190-192; IIS 73, 122).

Luogo di copiaFirenze.

[Tav. 2]

Domenico Grimani inv. 30 (Biblioteca di Domenico Grimani), Patriarcale VI 4 (Patriarcale di Udine) (il manoscritto ha perduto il numero di inventario della Biblioteca di Domenico Grimani, che tuttavia può essere ricostruito sulla base dei diversi elenchi dei codici Grimani [Diller-Saffrey-Westerink, 2003, 113-114]; la numerazione era stata letta da Mioni su un foglietto incollato all'interno del piatto posteriore della rilegatura antica, perduto nel recente restauro).

cc. 1r-37v
Autore: Aristoteles (DOC, 1, 289).
Titolo identificato: De anima, DOC, 1, 289.
Osservazioni: (c. 1r) libro I (c. 11r) libro II (c. 25r) libro III.

c. 38r
Autore: Ioannes: Philoponus (DOC, 2, 1180).
Titolo identificato: In Aristotelis de anima libros commentaria, DOC, 2, 1179; excerptum, cfr. Hayduck, 1897, 20, 23 - 21, 7.
Testo inc. Ἰστέον ὅτι ἀριστοτέλης ἐν τρισὶν λόγοις (c. 38r), expl. οὕτω καὶ ἐνταῦθα πεποίηκεν (c. 38r).

cc. 38r-148r
Autore: Themistius <ca. 317-ca. 388> (DOC, 2, 1700-1701).
Titolo identificato: In Aristotelis libros De anima paraphrasis, DOC, 2, 1701.
Osservazioni: (c. 38r) libro I (c. 54r) libro II (c. 68r) libro III (c. 86r) libro IV (c. 105v) libro V (c. 123v) libro VI (c. 139v) libro VII.

c. 148r
Autore: Themistius <ca. 317-ca. 388> (DOC, 2, 1700-1701).
Titolo presente: Τοῦ αὐτοῦ Θεμιστίου εἰς ὅτε ἔπαρχον ἐποίησεν αὐτὸν ὁ βασιλεὺς Ἰουλιανός (c. 148r).
Titolo identificato: Epigramma, DOC, 2, 1701; AP 11.292.

c. 148r
Titolo elaborato: Sull'anima, cfr. forse Heiberg, 1894, 378.
Testo inc. Τὰς μὲν ἄλλας ψυχὰς τὰς ἐν τοῖς θνητοῖς σώμασιν ἐντελεχείας ἀχωρίστους (c. 148r), expl. δυνάμει ζωὴν ἔχοντα (c. 148r).

cc. 148v-150v
Autore: Psellus, Michael <1018-1078> (DOC, 2, 1548-1554).
Titolo presente: Τοῦ σοφωτάτου Ψελλοῦ πρὸς τὸν βασιλέα Μιχαὴλ τὸν Δοῦκα αἰνίγματα. Στίχοι πολιτικοὶ ἡρωελεγεῖοι ἰαμβικοί (c. 148v).
Titolo identificato: Aenigmata, ed. L.G. Westerink, 1992, 298-302; 35-48, 50-52 Westerink.
Osservazioni: i lemmi sono i seguenti: 1 νοῦς, 2 οὐρανός, 3 χρόνος, 4 καπνός, 5 φωνὴ ἐστι ὡς οἶμαι ἧς μήτηρ ἡ γλῶσσα, 6 ὄνυξ, 7 χάρτης βέβρανος, 8 senza titolo, 9 ἔρως, 10 πετροκάλαμον, 11 τέντα, 12 Ἀμὼς ὁ προφήτης, 13 κηρίον ἤτοι κηρόμελι, 14 ναῦς, 16 Ἰωάννης, 17 Εὔα, 18 νὺξ καὶ ἡμέρα.

Bibliografia a stampa: G.F. Tomasini, Bibliotecae Venetae Manuscriptae publicae et privatae, Utini, Typis Nicolai Schiratti, 1650, 18, identificabile in "Plut. XXIV, Themistius in Aristotelem f. m.".
G. Mazzatinti, Inventari dei manoscritti delle Biblioteche d'Italia, 3, Forlì 1893, 232.
H. Omont, Notes sur quelques manuscrits grecs de la Bibliothèque archiépiscopale d'Udine provenant du cardinal D. Grimani, in "Centralblatt für Bibliothekswesen", 12 (1895), 415-416, qui 415.
A. Cosattini, Index codicum graecorum Bybliothecae archiepiscopalis Utinensis, in "Studi italiani di filologia classica", 5 (1897), 395-399, qui 396.
S.P. Lampros, Νέος Ἑλληνομνήμων, IV, 1907, 176-179.
M. Vogel – V. Gardthausen, Die griechischen Schreiber des Mittelalters und der Renaissance, Leipzig 1909, 295.
E. Mioni, Aristotelis Codices graeci qui in Bibliothecis Venetis adservantur, Patavii 1958, 111-112.
Manoscritti e stampe venete dell'aristotelismo e averrosimo (secoli X-XVI), Catalogo della mostra. Venezia, Biblioteca Nazionale Marciana, Venezia 1958, 14 e 78 (nrr. 18a e 306).
A. Wartelle, Inventaire des manuscrits grecs d'Aristote et de ses commentateurs. Contribution a l'histoire du texte d'Aristote, Paris 1963, 155.
E. Mioni, Catalogo di manoscritti greci esistenti nella biblioteche italiane, 2, Roma 1965, 441-442.
P. Siwek, Le «De anima» d’Aristote dans les manuscrits grecs, Città del Vaticano 1965, 14, 15, 95, 97, 98, 99-100, 102, 149, 174, 183.
A. Diller, Some locations of Greek Codices, in "Scriptorium", 29 (1975), 159-161, qui 160.
M. Formentin, Storia del Fondo manoscritto greco conservato alla Biblioteca Arcivescovile di Udine, in "Memorie Storiche Forogiuliesi", 66 (1987), 21-61, qui 52-53 e tav. IV.
Michaelis Pselli Poemata, recensuit L.G. Westerink, Stutgardiae et Lipsiae 1992, XXVI.
A. Diller-H.D. Saffrey- L.G. Westerink, Bibliotheca graeca manuscripta cardinalis Dominici Grimani (1461-1523), Mariano del Friuli 2003, 113-114.
D. Jackson, A List of Greek Mss of Domenico Grimani, in "Scriptorium", 62 (2008), 164-169, qui 165.

Fonti: B. Montfaucon, Diarium Italicum, Paris 1702.
G. Moschini, Della letteratura veneziana del secolo XVIII fino a' nostri giorni, in Venezia, dalla stamperia Palese, 1806-1808.
Simplicii in Aristotelis de caelo commentaria, edidit J.L. Heiberg, Berolini 1894.
Ioannis Philoponi in Aristotelis De anima libros commentaria, ed. M. Hayduck, Berlin 1897.
P. Dengel, Palast und Basilika San Marco in Rom, München 1913.
Hierarchia catholica medii et recentioris aevi, Monasterii [poi Padova] 1935-.
T. Freudenberger, Die Bibliothek des Kardinals Domenico Grimani, in "Historisches Jahrbuch des Görres-Gesellschaft", 56 (1936), 15-45.
G. Mercati, Codici latini Pico Grimani Pio e di altra biblioteca ignota del secolo XVI esistenti nell'Ottoboniana e i codici greci Pio di Modena con una digressione per la storia dei codici di S. Pietro in Vaticano, Città del Vaticano 1938.
B. Van Regemorter, La reliure des manuscrits grecs, in "Scriptorium", 8 (1954), 3-23.
Dizionario biografico degli italiani, Roma 1960-.
Repertorium der griechischen Kopisten 800-1600, Wien 1981-1997.
M. Formentin, Storia del Fondo manoscritto greco conservato alla Biblioteca Arcivescovile di Udine, in "Memorie Storiche Forogiuliesi", 66 (1987), 21-61.
Archives Biographiques Françaises, München 1989-2002.
Michaelis Pselli Poemata, recensuit L.G. Westerink, Stutgardiae et Lipsiae 1992.
Guida generale degli Archivi di Stato italiani, Roma 1994.
V. Volpi, DOC. Dizionario delle opere classiche, Milano 1994.
A. Diller-H.D. Saffrey- L.G. Westerink, Bibliotheca graeca manuscripta cardinalis Dominici Grimani (1461-1523), Mariano del Friuli 2003.

Recupero da catalogo

(recupero da: Mioni, 1965, 441-442; Formentin, 1987, 52-53: aggiunte in Bibliografia).


Fondo: .
Lingue:
Soggetto: Genere letterario:
Catalogazione: Data creazione scheda: Data ultima modifica:
Immagini: Scrittura e mani [Tav. 1], Storia [Tav. 2]

Footer links

Site sections

Catalogue

Project

Downloads

Site map

The texts and the images are exclusively for personal use and to didactic and research purpose, to condition that the source is cited. Use for commercial or profit purposes is not allowed.

Valid XHTML 1.0 Strict   Valid CSS!   W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0   Level Triple-A conformance icon   Section 508  Contatore visitors since March 1, 2006.