Cicogna 592           

Descrizione del manoscritto

Venezia, Biblioteca del Museo Correr, Cicogna 592

1451-1500cart., cartacee le prime due guardie anteriori, membranacea la terza cc. 3 + 296 + 1 (cartulazione originale 1-296) mm 200145 (c. 1).

Decorazione: 1451-1500; sul recto della guardia membranacea abbozzo a penna di due volti; cc. 6v-32r stemmi delle famiglie venete patrizie; rubricature di iniziali e titoli.

Legatura: 1451-1500; assi in legno; coperta in pelle; decorazione impressa a secco, mandorla con motivo islamico al centro dei piatti; caduti gli elementi metallici, si conservano le contrograffe al piatto posteriore.

Storia: sul dorso cartellino con l'attuale segnatura; sul contropiatto anteriore ex libris della Biblioteca; sul recto della seconda guardia anteriore nota di mano di Emmanuele Antonio Cicogna in cui dice di aver acquistato il manoscritto nell'agosto 1839, nella vendita dei libri appartenuti a Gaetano Alfonso Ruggieri, parla delle "annotazioni e correzioni di pugno di don Fortunato Olmo monaco cassinese" e da questo desume che il manoscritto appartenne alla biblioteca del monastero di San Giorgio Maggiore di Venezia, segnala inoltre, correttamente, che il manoscritto è citato da Cristoforo Tentori (cfr. Tentori, II, 299, 310); sul recto della guardia membranacea antica segnatura "N. 27".

Possessore Cicogna, Emmanuele Antonio <1789-1868> (DBI, 25, 394-397).
Possessore Monastero di San Giorgio Maggiore <Venezia> (Corner, 467-485).
Lettore Olmo, Fortunato <sec. 16.-17.> (Ferrari, 500).
Possessore Ruggieri, Gaetano Alfonso <m. 1836> (Ferrari, 594).
Lettore Tentori, Cristoforo <1745-1810> (Ferrari, 653).

Cicogna MMDCVI (Cicogna).

cc. 1r-296v
Titolo elaborato: Cronaca veneta, dalle origini al 1446; cc. 6v-32v case nobili da "Albani" a "Zulian"; il testo della cronaca appartiene alla famiglia C, recensione III, secondo la classificazione di Carile, cfr. Carile, 1969, 96.
Testo inc. Qua comencia la cronica de Venesia et como la fu hedificata et in che tempo et per chi (c. 1r), expl. quello seguira per lavegnir vui el gavere per la nuova sora dicta el fo facto (c. 295r).
Osservazioni: c. 295r epitaffio in latino di Domenico Michiel trentacinquesimo doge di Venezia (cfr. Cicogna, Inscrizioni, IV, 515); cc. 295v-296v "La indulgentia de li veri penitenti contricti et confessi dinanti a la figura de la pieta dicendo come qui dapresso" seguono alcune orazioni.

Bibliografia non a stampa: E.A. Cicogna, Catalogo dei codici della Biblioteca di Emmanuele Cicogna, 1841-1867, Venezia, Biblioteca del Museo Correr (già mss. Cicogna 4424-4430), 4, 76r-77r.
[Tavv. 1, 2, 3]

Bibliografia a stampa: C. Tentori, Saggio sulla storia civile, politica, ecclesiastica e sulla corografia e topografia degli stati della Repubblica di Venezia, Venezia, G. Storti, 1785-1790, 299, 310.
R.-J. Loenertz, Menego Schiavo, esclave, corsaire, seigneur d'Ios (1296-1310), in "Studi Veneziani", 9 (1967), 315-338, qui 335.
A. Carile, La cronachistica veneziana (secoli XIII-XVI) di fronte alla spartizione della Romania nel 1204, Firenze 1969, XIX, 81 n. 4, 96, 106, 216, 418.

Fonti: F. Corner, Notizie storiche delle chiese e monasteri di Venezia, e di Torcello, Padova, Stamperia del Seminario, G. Manfrè, 1758.
L. Ferrari, Onomasticon. Repertorio biobibliografico degli scrittori italiani dal 1501 al 1850, Milano 1947.
Dizionario biografico degli italiani, Roma 1960-.


Fondo: .
Lingue:
Soggetto:
Catalogazione: Data creazione scheda: Data ultima modifica:
Immagini: Bibliografia non a stampa [Tavv. 1, 2, 3]

Collegamenti di fine pagina

accesso veloce



Catalogo



Progetto



Documenti scaricabili



Mappa del sito


I testi e le immagini sono riproducibili esclusivamente per uso personale e a scopo didattico e di ricerca, a condizione che venga citata la fonte.
Non è consentito alcun uso che abbia scopi commerciali o di lucro.

Valid XHTML 1.0 Strict - Valid CSS - Level Triple-A conformance, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0 - Section 508.

visitatori dal 1 marzo 2006.